View Single Post
Old 02-11-2008, 11:50   #2
Kharis2
Registered User
IGZ Master
 
Kharis2's Avatar
 
Join Date: Apr 2005
Posts: 4,899
NEW YORK (Usa), 2 Novembre 2008 - Toronto e Golden State vincono, ma con alterni risultati per i due italiani in campo: Andrea Bargnani mostra grandi miglioramenti in difesa, ma resta a secco dal campo; Belinelli ancora una volta guarda i suoi Warriors dalla panchina.
Milwaukee Bucks-Toronto Raptors 87-91
Toronto riesce a strappare il successo a Milwaukee grazie a Calderon che con 25 punti ottiene il suo career high. L’attacco dei Raptors non è molto brillante ma quello dei Bucks è ancora più incerto. Toronto rischia nel finale quando Milwaukee sorpassa, ma Calderon mette una tripla fondamentale e i Raptors si salvano dal naufragio. Andrea Bargnani manca di continuità e dopo la bella prestazione della sera precedente rimane ancora a secco come nella prima giornata. L’azzurro continua a mostrare grandi miglioramenti in difesa, ma stavolta è nullo in attacco. Le sue cifre: 0/3 dal campo, 5 rimbalzi, 2 stoppate, 2 turnover e 4 falli in 17’.
Milwaukee: Redd 19, Villanueva 16. Rimbalzi: Bogut 9. Assist: Sessions 9.
Toronto: Calderon 25 (8/15), Bosh 20. Rimbalzi: Bosh 10. Assist: Calderon 9.
New Jersey Nets-Golden State Warriors 97-105
Primo successo della stagione per i Warriors di Marco Belinelli ma ennesimo “dnp” per il giocatore bolognese. Golden State batte i Nets in New Jersey 105-97 grazie all’ottima produzione della coppia Andris Biedrins-Stephen Jackson ma Belinelli non può che essere deluso dall’ennesima cervellotica decisione di Don Nelson il quale regala 28’ a CJ Watson, 23 a DeMarcus Nelson e lascia l’azzurro in panchina per tutta la durata del match. Una situazione paradossale, soprattutto considerato il fatto che lo stesso Nelson aveva dichiarato durante la preseason che questa sarebbe stata la stagione di Belinelli. Con Monta Ellis in infermeria ci si aspettava un buon minutaggio per l’ex stella della Fortitudo, invece Nelson in questo inizio di stagione ha ancora una volta stupito tutti voltando le spalle a Belinelli. I Warriors dopo un primo tempo discreto cambiano marcia nella terza frazione. Jackson a tratti è immarcabile, Biedrins sotto canestro fa quello che vuole, così Golden State scappa via piazzando un parziale di 11-0. I padroni di casa provano a rimanere nel match grazie ai canestri di Vince Carter ma Golden State una volta avanti gestisce senza troppi problemi il vantaggio. Un successo meritato che però lascia qualche strascico polemico. Marco Belinelli naturalmente evita di esternare la sua insoddisfazione, altrettanto non fa però Al Harrington il quale nei giorni scorsi aveva chiesto a gran voce di essere ceduto. Al termine del match con i Nets, Nelson non le ha mandate a dire all’ex giocatore dei Pacers. “Al pensa di essere una superstar – dice il coach dei Warriors – io credo invece che sia un ottimo giocatore. Se vuole essere ceduto vedremo di accontentarlo”. Nelson però evita di punire le esternazioni di Harrington e lo schiera contro i Nets per ben 29’. C’e’ un’aria strana nello spogliatoio dei Warriors in questo momento, Don Nelson non sta gestendo benissimo gli umori della sua truppa. Intanto però Golden State esce dall’Izod Center con in tasca la sua prima vittoria della stagione. È già qualcosa, certo che fa un effetto strano vedere Belinelli in panchina per tutto il match quando sul parquet vanno per parecchi minuti giocatori come Watson e Nelson.
New Jersey: Carter 20 (5/9, 2/5), Boone 17. Rimbalzi: Boone 14. Assist: Dooling 6.
Golden State: Jackson, Biedrins 23, Maggette 20. Rimbalzi: Biedrins 11, Maggette 10. Assist: Jackson 8.


Belinelli continua a non giocare...bah
mentre Bargani si sta riprendendo
__________________
Keldorn
Kharis2 is offline