PDA

View Full Version : Microsoft studia Linux


[iena]
05-10-2002, 19:59
Un interessante articolo apparso su Repubblica.it dove: "Il colosso dell'informatica ammette la serietà del concorrente
ma poi sostiene che Windows, alla lunga, costa addirittura meno"


a voi ;)

http://www.repubblica.it/online/scienza_e_tecnologia/antiword/ms/ms.html

DM Ilweran
05-10-2002, 20:48
:rotfl:
E' da ieri che sono in pieno flame bait su i.c.o.dibattiti :angry: :angry:

Anche questa volta ci sono svariate chicche:


E' sempre bene imparare dalla concorrenza e il modello di sviluppo di Linux, un modello collettivo cui partecipano decine di migliaia di programmatori nel mondo, è molto interessante - ammette Houston, il più alto in grado


Oddio ! Hanno finito la campagna di FUD "linux_è_solo_per_contadini_e_comunisti" ?
Impossibile, non ci credo, CONCORRENZA LEALE FINALMENTE ...


Partendo da quella esperienza abbiamo messo a punto la nostra idea di 'shared source' secondo la quale diamo accesso a buona parte del nostro codice sorgente a determinati grossi clienti". Lo "shared source" è quanto di più vicino all'"open source" Microsoft - tradizionalemente gelosissima della "ricetta" dei propri prodotti - è riuscita a concepire: il copyright del prodotto resta fermamente nelle mani dell'azienda ma c'è un margine di intervento e personalizzazione per la comunità di utenti (università, grandi aziende) che ha pagato per utilizzarlo.


Trad.
Se vuoi i sorgenti di Windows dovrai innanzitutto versare nelle nostre casse x milioni di Euro ed avere almeno x dipendenti.
Quando te lo diamo
a) Non puoi modificarlo ne ovviamente ridistribuirlo, altrimenti inizia a valutare l'ipotesi di vendere rene e fegato per pagarti gli avvocati (e perderai, oh si se perderai, l'EULA è l'EULA).
b) Se migliori il prodotto o risolvi un BUG il codice che hai prodotto è *NOSTRO*
c) Se ti diamo i sorgenti non avrai altro Dio oltre Microsoft - come da licenza. La tua azienda non deve usare altro che Microsoft. Vuoi il serverino Linux ? Fattelo a casa.


Il motivo per cui Windows si paga mentre Linux no, tuttavia, resta ben chiaro nella testa degli uomini di Redmond. "Tutto il lavoro che abbiamo messo nei nostri prodotti - spiega Matusow - sia come collaudo, innovazione e integrazione di ciascuno con tutti gli altri merita di essere ricompensato. E' quello che fa sì, banalmente, che tutti i programmi in circolazione funzionino bene su Windows mentre ce ne sono pochisimi in grado di girare su Linux".


Cosa-sta-dicendo ? :D
No dai, non l'ha detto sul serio.
Ma spariamo le bombe:

COLLAUDO
BOOM !
Chi compra Microsoft è beta-tester.
Escono dei service pack da 80 bug-fix a botta: COSA esattamente hanno collaudato ?

INNOVAZIONE
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA no non puo averlo detto sul serio non ci credooooooooooooo :rotfl: :rotfl: :rotfl:
Un sistema operativo architetturalmente all'età della pietra pieno di tanti simpatici gingillini che per quanto belli spesso e volentieri sono una staffilata di vulnerabilità *pazzesca*.
Almeno Linux tenta di innovare, di introdurre qualche concetto nuovo... Microsoft torna indietro :D Sono 10 anni che tentano di risolvere il puttanaio delle DLL non ci sono ancora riusciti (tutti a sperare per .NET, prima si sperava per OLE, ActiveX)...

INTEGRAZIONE DI CIASCUNO CON TUTTI GLI ALTRI
trad.
Integrazione di ciascun prodotto Microsoft con tutti gli altri prodotti Microsoft. Hanno scoperto SOAP almeno, è già qualcosa.


"Intanto se è vero che Linux in sé è gratis non lo sono le indispensabili interfacce grafiche che consentono a una persona normale di utilizzarlo (il popolare Gnome, ad esempio, lo è, ndr).


AAAAHHH ? Quale di grazia sarebbe a pagamento ? Gnome no, Kde no, Afterstep no, Fluxbox no, WindowManager no, FVWM no.
Ma di cosa parla ?
Ahiahiahiahiahi FUD FUD ! Al rogo LINUX !


Ma non solo: da un recente studio che abbiamo condotto risulta che, in un periodo di 5 anni, il costo totale del possesso di Windows è minore/uguale a quello di Linux".


ROTFL !
Pensa un po', io avevo sentito di miliardi di dollari di danni dovuti a Nimda e Code Red.
E non funziona nemmeno più il giochino "eh ma Linux ce l'hanno in dieci nei centri sociali quindi nessuno scrive i virus cattivi per Linux. Anzi, sono i comunisti Linuzzari che li scrivono per Windows" :D E' appena uscito un Worm per Linux che sfruttava una falla nel protocollo SSL: 10000 vittime su un installato che se non è pari a Windoze poco manca (parliamo di server).
Dove sono i costi aggiuntivi ? Non so, sono un Webmaster che sa usare solo Frontpage e ho dovuto pagare un porting ? Formazione ? De che ? E' Unix, è multiutente, formi un amministratore e hai il desktop lameroso che vuoi (e non fai danni con le suonerie del telefonino).


Alla fine il costo del software in sé corrisponde a circa il 3-6 per cento del costo totale in un lustro. Bisogna considerare altre voci ben più importanti come, ad esempio, le difficoltà di utilizzo sia per gli amministratori di sistema che per gli utenti privati.


Alla sbarra Gnome: vincitore dell'Helen Keller Award in quanto a usabilità e accessibilità.
Gli admin sono admin, sono pagati per studiare. Lo fanno anche quelli Windows quando lavorano bene. Gli altri reinstallano.


L'usabilità, e quindi la produttività, dei nostri prodotti resta assai più alta: per effettuare un gran numero di operazioni Linux può essere anche 2,5 volte più lento.


Puttanata.
http://www.vnunet.com/News/1131114
ad esempio.
Bello quando restano così vaghi.
Per il resto netcraft non la pensa come loro ma tant'è, non si può ribattere al nulla.


Non solo: per il supporto, quando qualcosa non funziona, i tecnici in grado di intervenire su Linux sono molto più rari e quindi molto più costosi. Ed è una voce, anche questa, per niente irrilevante".


Questo è vero.
C'è da dire che sono spesso e volentieri anche più preparati, non sanno solo *dove cliccare*.


E nel futuro gli equilibri, prevedono a Microsoft, non cambieranno troppo. Anzi, sulle tecnologie più innovative lo svantaggio dei concorrenti aumenterà sempre più: "Sul riconoscimento vocale o della scrittura a mano, che diventeranno modalità di inserimento dati sempre più comuni, Linux non è ancora assolutamente attrezzata. E mio figlio di 8 anni, che usa il pc soprattutto per i giochi, neppure prende in considerazione un'alternativa non-Windows ma non per il lavoro di suo papà quanto per il semplice fatto che non potrebbe farci girare 'Flight Simulator'".


Si la scrittura a mano :D
Proprio usare la tastiera fa schifo :D
Perchè non parliamo di cluster scientifici, programmazione parallela e compagnia cantante ? Cosa monta il CERN ? Cosa monta il FERMILAB, cosa monta il PENTAGONO ? Cosa monta il MIT ? Si vede che Linux è un passo indietro.


La conclusione è di Umberto Paolucci, amministratore delegato di Microsoft Italia: "Ci sono gli ingenui e ci sono gli uomini d'affari. Il successo di Linux ha delle caratteristiche 'religiose', ideologiche, ma non sono quei moventi che fanno decidere il consumatore quando deve scegliere un prodotto. E una vechia regola che ancora tiene è che ogni prodotto che vale qualcosa avrà sopra un cartellino del prezzo". Come amano dire gli americani you get what you pay for, "quello che ti danno dipende da quello che paghi". C'è tutto un mondo di entusiasti che non la pensa così ma Microsoft, ancora, non se ne preoccupa troppo.


Degna conclusione:
"Comprate Windows perchè purtroppo Linux è gratis".

Voglio vivere in campagnaaaaaa
aaaaaaaah
aaaaaaaaaaah
La rugiada che mi bagnaaaaaaaaaaa
aaaaaaaaah
aaaaaaaaaaaaah

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

DM Ilweran
05-10-2002, 20:52
Originally posted by
Un interessante articolo apparso su Repubblica.it dove: [i]"Il colosso dell'informatica ammette la serietà del concorrente
ma poi sostiene che Windows, alla lunga, costa addirittura meno"


a voi ;)

http://www.repubblica.it/online/scienza_e_tecnologia/antiword/ms/ms.html

Si abbastanza interessante visto il livello medio dei dipendenti Microsoft.
Contando che Ballmer ha appena detto che vorrebbe adottare i metodi commerciali di quando vendeva focaccine per vendere Windows questo è addirittura un'articolo Tecnico...
Oddio, mi torna addosso Mudugno... vado...

thelyn
06-10-2002, 10:17
L'usabilità, e quindi la produttività, dei nostri prodotti resta assai più alta: per effettuare un gran numero di operazioni Linux può essere anche 2,5 volte più lento.
uhmmmm, peccato, aveva iniziato dicendo una buona cosa ma è caduto dalle scale dicendo cazzate :rotfl:

magari se avesse detto "windows è più facile da usare rispetto a linux" gli avrei dato ragione.

GuN_jAcK^
06-10-2002, 12:01
ma quelli della microzozz non si vergognano? :gha:

_Ka0s_
01-11-2002, 15:21
Ahahahah ... Complimenti Ilweran ... Mai visto un riassunto cosi perfetto della filosofia di microsoft.

Continuate cosi.... :D (Naturalmente questa mia reply è per sottolineare che sono pergettamente d'accordo ...)

[IGI]
01-12-2002, 11:02
Originally posted by thelyn
magari se avesse detto "windows è più facile da usare rispetto a linux" gli avrei dato ragione.

parere al quanto discutibile .secondo il mio metro è il contrario :)