PDA

View Full Version : SCO: pagate per usare linux


Astrid
22-07-2003, 23:31
Tratto da punto informatico:


SCO ha fatto sapere di aver registrato il copyright sul codice sorgente di Unix e ha annunciato il varo di una nuova licenza che, secondo l'azienda, verrà offerta a quelle aziende che vogliono utilizzare Linux in modo lecito


22/07/03 - News - Lindon (USA) - Un nuovo colpo di scena nel caso SCO/IBM è destinato a sollevare un vespaio senza precedenti fra la comunità di utilizzatori e sviluppatori di Linux. SCO, che ha già dimostrato di aver ben poca pudicizia nel reclamare diritti sul codice del Pinguino, ha ora proclamato al mondo l'intenzione di varare, quanto prima, nuove licenze di UnixWare (la propria implementazione di Unix System V) confezionate su misura per le aziende che utilizzano Linux: in cambio, SCO offre a queste ultime l'"immunità", ovvero la garanzia di non essere citate in giudizio per violazione del copyright di Unix.

SCO, che ha anche annunciato la registrazione, presso l'U.S. Copyright Office, dei copyright di Unix System V, sembra dunque decisa a rastrellare dollari dagli utilizzatori di Linux prima ancora che il tribunale emetta una sentenza che legittimi o smentisca le accuse scagliate contro IBM e, seppur indirettamente, contro tutta la comunità di sviluppo del kernel di Linux.

Se l'acquisto di una licenza di Unix per l'utilizzo di Linux farà rizzare i capelli in testa a tutti i sostenitori del Pinguino e, più in generale, del movimento Free Software, ancor più clamorosa deve suonare a molti la pretesa, da parte di SCO, di chiudere il codice sorgente di Linux.

Come si legge nel comunicato di SCO, le licenze concesse da quest'ultima garantiranno infatti unicamente "l'uso run-time dei binari di Linux per tutti gli utenti commerciali che utilizzano una qualsiasi versione di Linux basata sul kernel 2.4 o successivo". Questo significa che SCO ha intenzione di scavalcare la licenza GNU GPL con cui oggi viene distribuito Linux e sigillare l'accesso al codice sorgente del sistema operativo free; e come si può notare, SCO non restringe questo vincolo alle sole porzioni di codice di cui reclama la proprietà, ma parla genericamente di "kernel 2.4 e successivi".

A partire dall'inizio di questa settimana, SCO sostiene di aver iniziato a contattare le aziende che usano Linux per offrir loro una licenza di UnixWare. Il prezzo delle licenze verrà comunicato da SCO durante le prossime settimane.

"Fin dall'anno 2001 i clienti commerciali di Linux hanno acquistato e ricevuto software che include software illecitamente copiato da Unix e di proprietà di SCO", ha affermato Chris Sontag, senior vice president e general manager di SCOsource, la divisione di SCO che si occupa di gestire e proteggere le proprietà intellettuali dell'azienda. "Dato che utilizzare software piratato rappresenta una violazione di copyright, la nostra prima scelta nell'aiutare i clienti di Linux è quella di fornir loro un'opzione che non scombussoli la loro infrastruttura IT. Noi intendiamo offrire a queste aziende una via d'uscita che permetta loro di far girare Linux nella piena legalità".

SCO ha ribadito come "migliaia di file basati su codice illecitamente copiato dal codice sorgente di Unix e da codice derivato da Unix hanno contribuito alla crescita di Linux in varie aree, fra cui le tecnologie di multi-processing".

"Con oltre 2,4 milioni di server Linux al mondo su cui gira il nostro software, un numero che aumenta ogni giorno di qualche migliaio, - ha detto Darl McBride, president e CEO di SCO - ci aspettiamo che SCO venga compensata delle perdite subite attraverso le licenze vendute a quelle aziende che desiderano mettersi in regola". Già, ma quante saranno?



Che dire..non sanno più che inventarsi.. :gha:

DM Ilweran
23-07-2003, 14:22
Sei consapevole che è aria fritta vero ? :)

TC
30-07-2003, 14:55
beh, un'aria fritta che sta facendo parlare da qualche settimana parecchio mondo informatico ...

DM Ilweran
31-07-2003, 14:25
Naturale.
Ma non c'è un'azione legale, non ci sono prove tangibili, è tutto un parlare e un riparlare.
I kernel di linux sono online, e sono firmati.
Se noti non è molto il mondo informatico a parlare, ma il mondo giornalistico.

Nuitari
31-07-2003, 18:11
Ilwe ma sei sicuro? Sul www.caldera.org sono linkati gli articoli che parlano di questa cosa, e dicono tutt'altro. Hanno anche fatto una lettera aperta che spiega che stanno facendo.
Dicono che SCO ha denunciato IBM chiedendo 1 billion$ per la violazione del copyright e che, attualmente, nei sorgenti di linux ci sono parti che violano questo copyright

SCO chief executive Darl McBride declared that it is "a no-brainer" that the code was in Linux.

"When you look inside in the code base and you see line-by-line copy of [SCO's Unix] System V code, not just the code itself but comments to the code, titles that were in the comments and humour elements that were in the comments, you see that everything is taken straight across," he explained.

Pare che SCO abbia davvero redarguito già diverse società che usano Linux commercialmente per questo motivo.
Voglio dire, se i siti principali danno questa notizia, perchè dovrebbe essere falsa?

IBM definisce tutto questo FUD cmq:

Press releases
IBM Comment on SCO Press Release

ARMONK, N.Y. -- June 16, 2003 -- Since filing a lawsuit against IBM, The SCO Group has made public statements and accusations about IBM's Unix license and about Linux in an apparent attempt to create fear, uncertainty, and doubt among IBM's customers and the open source community.

From the outset, IBM's position on this lawsuit has been unequivocal. IBM's Unix license is irrevocable, perpetual and fully paid up. It cannot be terminated. IBM will defend itself vigorously. This matter will be resolved in the normal legal process.

IBM will continue to ship, support and develop AIX, which represents years of IBM innovation, hundreds of millions of dollars of investment and many patents. As always, IBM will stand behind our products and our customers.

DM Ilweran
01-08-2003, 09:49
Originally posted by Nuitari
Ilwe ma sei sicuro? Sul www.caldera.org sono linkati gli articoli che parlano di questa cosa, e dicono tutt'altro. Hanno anche fatto una lettera aperta che spiega che stanno facendo.
Dicono che SCO ha denunciato IBM chiedendo 1 billion$ per la violazione del copyright e che, attualmente, nei sorgenti di linux ci sono parti che violano questo copyright


Certo, ognuno tira acqua al suo mulino.
Se vuoi analizziamo.
Abbiamo una distribuzione Linux 'da sempre' di seconda fascia, nonostante gli sforzi e gli investimenti, cioè una distribuzione 'full purpose' che vende poco, semplicemente perchè i loro servizi sono scadenti e il prodotto non è così incredibile.
Questa azienda acquisisce SCO, relativi diritti e relativo software (killer application come Tarantella e Dr DOS).
Arriva questa benedetta causa, basata su idiozie (Linux riprende concetti da Unix? Ma va? Peccato che il copyright si applica sull'implementazione, non sull'idea), su codice che nessuno vede, tranne una research a cui vengono mostrate addirittura 80 linee di codice (codice *firmato* ? non ci è dato saperlo).
SCO nel frattempo non sembra avere fretta di andare in tribunale, anzi, la prende con calma, nel frattempo le azioni salgono e casulamente i maggiori azionisti di SCO vendono le loro azioni.
A tutto questo aggiungiamo che SCO ha venduto come SCO Linux il kernel Linux, rilasciato sotto licenza GPL come sempre, cioè anche se il kernel fosse un copia/incolla, è stato rilasciato dalla stessa SCO e sotto il nome di SCO, tra l'altro fornendo assistenza, possono volendo sostenere che 'non lo sapevano', ma direi che nemmeno Santi Licheri è in grado di non vedere del dolo in una azienda che rilascia software e fornisce servizi senza avere in realtà idea di cosa stà facendo.
Se non è aria fritta questa ...


Pare che SCO abbia davvero redarguito già diverse società che usano Linux commercialmente per questo motivo.
Voglio dire, se i siti principali danno questa notizia, perchè dovrebbe essere falsa?


Lo ha fatto, ma non presso le aziende, presso i clienti.
Tanto per dire quanto è stata corretta...


IBM definisce tutto questo FUD cmq:


Direi più che altro necessità di farsi comprare.

Nuitari
01-08-2003, 12:57
Beh non è cmq aria fritta. E' una notizia vera, su cose che succedon davvero, non puoi definirla fuffa. Puoi fare un analisi di questo tipo, che hai appena fatto, ma non cestinarla come se fosse una stronzata. Anche perchè IBM in base alla loro press release (l'ho presa dal loro sito nella sezione apposita) è cmq intenzionata a risolverla in tribunale (ammesso che non ci siano già davvero).

DM Ilweran
04-08-2003, 15:49
E' naturale Nui che vogliano risolverla in tribunale, SCO li ha portati in tribunale.
Ed è naturale che se mi danneggi ti porto in tribunale.
E' qria fritta, perchè non c'è nulla di cui parlare, se non le affermazioni di una società che non ha portato prove in merito.
Tutto questo bloat è dovuto al fatto che una accusa di questo tipo va a minare tutto ciò che è Linux, ma se cerchi bene, trovi una azienda dord-americana che ha accusato Microsoft di violazione di brevetto per prodotti di seconda fascia come
a) Trusted computing
b) TCPA
c) X-Box
d) .net
e la cosa bella è che in tribunale ha anche vinto (demenziale, a dir poco demenziale).
Perchè da una parte si fa casino e dall'altra no ?

Nuitari
05-08-2003, 14:09
Boh, personalmente non avrei saputo nemmeno di SCO se non l'avessi letto qui, per poi andarmi ad informare ^^

Azathoth[Andaria]
07-08-2003, 14:42
dubito che SCO vincerà (o almeno lo spero), in ogni caso se SCO perde è finita

la cosa che mi fa + schifo è che SCO una volta era la Caldera Linux -_-'